Indietro

Eugenio Scigliano e la seduzione di Don Q.

La programmazione della stagione di prosa e danza del Teatro Petrarca propone il 31 marzo alle 21, Don Q, nuova produzione del coreografo cosentino

AREZZO — Nell’ambito della stagione di prosa e danza del Teatro Petrarca, giovedì 31 marzo alle 21, va in scena Don Q. Don Quixote de La Mancha, di Eugenio Scigliano. Don Q è una libera interpretazione dell’immortale storia di Don Chisciotte e del mondo visionario di Cervantes. Ad interessare il coreografo, nato a Cosenza, la particolare natura umana dell’Hidalgo di Cervantes, eroe particolarmente amato dal mondo del balletto per il suo mondo ideale acceso di sogni e ideali. Don Q è un anti eroe, metafora inquieta dell’artista in equilibrio instabile tra la realtà e l’immaginario da lui stesso creato. Un’anima duplice e schizofrenica che si rivela anche nelle scelte musicali: a brani di musica classica spagnola si alternano le sperimentazioni sonore del finlandese Kimmo Pohjonen, quasi ad affermare l’universalità di un Don Chisciotte il cui spirito non omologato dovrebbe ispirarci, oggi più che mai. Scigliano porta in scena, insieme alla grande versatilità dei ballerini di Aterballetto lo spaesamento umano e la necessità di non abdicare ai propri ideali. Nel suo Don Q l’antieroe di Cervantes assume connotazioni contemporanee tra visioni oniriche e percezione di un contesto d’azione reale. Costumi di Kristopher Millar e Lois Swandale. Luci e video di Carlo Cerri.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it