Indietro

Coinvolti in maxi rissa e ora nei guai per droga

Si tratta di otto richiedenti asilo che nell'agosto 2017 erano tra i cinquanta partecipanti di una furiosa rissa avvenuta in zona stazione

AREZZO — Un maxi blitz effettuato ieri mattina dai carabinieri di Arezzo, con 80 militari a lavoro, ha portato a sette ordinanze di custodia cautelare in carcere, più un arresto in flagranza di reato.

Le persone arrestate, tutte tra i 21 e i 30 anni, sono richiedenti asilo di nazionalità nigeriana. Gli otto risultano coinvolti in due episodi di violenza, molto recenti.

Il primo episodio è una maxi rissa avvenuta la sera del 14 agosto 2017 vicino alla stazione di Arezzo. Circa 50 tra nigeriani e gambiani si scontrarono provocando paura tra i passanti. Per quei fatti quattro persone sono state processate e condannate. L'altro episodio è l'aggressione ad una regista aretina, successa un mese fa. Di quest'ultimo fatto è responsabile uno degli otto arrestati. 

Ieri mattina gli otto nigeriani sono stati arrestati in palazzine della zona di via Romana, nella frazione di Indicatore, in zona Saione e zona Tortaia. 

Si apprende che l'operazione ha accertato e documentato quattromila episodi di spaccio. I soldi ottenuti venivano poi immediatamente trasferiti all'estero con "money transfer".

Per tutti gli otto il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere. 

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it