Indietro

Torna la "Passione di Cristo sulla collina"

L'evento prenderà il via con la rappresentazione teatrale delle prime scene della Passione, dalla cattura nell'orto degli olivi al processo da Pilato

AREZZO — A San Zeno si rinnova l'appuntamento con la più antica rappresentazione della via crucis del territorio aretino. Venerdì 14 aprile si terrà la tradizionale "Passione di Cristo sulla collina" che, giunta alla trentunesima edizione, attraversa tutti i luoghi più belli e più suggestivi della frazione alle porte di Arezzo per mettere in scena un grande evento tra fede e spettacolo che coinvolge circa sessanta persone tra figuranti, tecnici e collaboratori.

L'evento, organizzato dal circolo Acli di San Zeno in collaborazione con la parrocchia, è ad ingresso gratuito e prenderà il via alle 21.00 nel sagrato antistante alla chiesa con la rappresentazione teatrale delle prime scene della Passione, dalla cattura nell'orto degli olivi al processo da Ponzio Pilato. 

Al termine di questa fase, Gesù è caricato della croce e inizia il suo calvario con la vera e propria processione che, illuminata da torce e accompagnata dal sottofondo musicale, prevede il cammino di circa un chilometro fino all'antica cava di pietra sulla collina che sovrasta San Zeno, attraverso un percorso agibile e adatto anche ai passeggini. Qui si svolge la scena più emozionante, con la crocifissione di Gesù, il suo dialogo con i ladroni e il monologo finale che si conclude con un urlo straziante che, accompagnato da lampi e tuoni, mette fine alla rappresentazione. Il tutto si svolge con abiti e costumi a tema, permettendo di rivivere veramente le atmosfere e gli ambienti di duemila anni fa.

«L'appuntamento con la "Passione di Cristo in collina" si ripete da trentun anni - commenta Lucia Mariottini del circolo Acli di San Zeno. - L'organizzazione di questo evento richiede un impegno di quasi un anno da parte di tutto il paese per prevedere raccolte di fondi, preparare scene e costumi, pensare all'organizzazione e fare le prove, ma con orgoglio ci impegniamo nel continuare a riproporre le emozioni e le riflessioni della rappresentazione della via crucis più storica di Arezzo».

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it