Indietro

Cinque profughi dalla Libia accolti a Arezzo

I migranti, una donna con la figlia e 3 ragazzi, sono arrivati con il primo corridoio umanitario e sono stati ospitati in due strutture della Caritas

AREZZO — Sono stati accolti in due strutture della Caritas di Arezzo cinque dei 160 profughi giunti nei giorni scorsi all’aeroporto militare di Pratica di Mare a Pomezia con il primo corridoio umanitario aperto con la Libia, grazie all’impegno della Cei e del governo italiano. 

Si tratta di una donna con la figlia di 5 anni in fuga dall’Eritrea e di tre ragazzi fuggiti dallo Yemen. 

Giunti a Arezzo, i profughi hanno svolto i primi colloqui con gli operatori della Caritas e con i mediatori culturali. Madre e figlia sono ospiti di una casa famiglia per donne con bambini, mentre i tre yemeniti si trovano in una casa di accoglienza per adulti singoli. I cinque migranti sono stati sottoposti a visite mediche all’ospedale di Arezzo, mentre la bambina a visita pediatrica. 

La donna di 43 anni è scappata dall'Eritrea sotto dittatura militare, è arrivata in Sudan dove è rimasta per alcune settimane in un campo profughi e da lì si è diretta verso la Libia pagando cinquemila dollari ai trafficanti.

I tre ragazzi, tra i 25 e i 30 anni, arrivano dallo Yemen in guerra civile. Sono rimasti per quattro mesi in Libia, detenuti in carcere.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it